Boom delle startup del vino

Home / NOVITA' / Boom delle startup del vino

Rosso, bianco o rosé, il vino è immancabile sulle nostre tavole e le startup italiane puntano questa fetta di mercato. In base ad una ricerca della società di consulenza Fleishmanhillard, e come riportato da StartupBusiness qui, il vino ha un mercato potenziale di 10 miliardi in Italia e 250 nel mondo. Alcune startup italiane si affiancano perciò ai portali delle grandi cantine e offrono, con un semplice click, prodotti di nicchia a prezzi competitivi.

Secondo la ricerca, il 53% delle aziende dedica attenzione sul proprio sito al tema dei vitigni autoctoni: le cantine che legano la comunicazione dei propri prodotti alle specificità del luogo d’appartenenza salgono quest’anno al 75% (+22% rispetto a 2016). Il 37,5% delle aziende prese in esame parla inoltre di sostenibilità e, sul fronte social, aumenta l’utilizzo di Instagram (+23%) e Wikipedia (37,5% contro l’11,5% del 2016). Ancora da esplorare l’integrazione di chat per favorire conversazioni real time sui siti.

L’ecommerce proprietario viene però utilizzato da pochissimi (3 su 32). Da qui nasce il mercato delle startup del vino, a supporto dei grandi brand.

Tra le realtà innovative presenti in rete c’è Tannico, leader nel mercato italiano delle vendite di vino: ogni 10 bottiglie vendute online, tre sono consegnate da questa azienda. Quest’ultima vanta infatti 9000 etichette e ha già raccolto investimenti complessivi per oltre 5,5 milioni di euro. Ma non è tutto: secondo le stime dell’azienda, i ricavi, per fine anno, arriveranno oltre quota 12 milioni di euro.

Related Posts